Nordlys: aurora boreale a Oslo

“Nordlys” (pronunciato nurlys è la parola norvegese per “aurora boreale”, letteralmente “luce del nord”.

Non so se avete avuto modo di leggere o sentire della recente tempesta geomagnetica causata dall’intensa attività solare.

Qui ne abbiamo sentito parlare da ieri. Ieri sera verso le 22:30 un manipolo di ardimentosi targato Opera, tra cui il sottoscritto, si è fiondato nella Nordmarka, la grande zona forestale a nord di Oslo, per cercare di cogliere qualche fotografia dell’evento.

Il tempo non prometteva granché. Nuvoloso su tutta la linea. Benché speranzosi, registravamo un nulla di fatto fino a 5 minuti dal fischio finale. In quel frangente, la massa nuvolosa lasciava un fugace spiraglio al cielo stellato.

Durante l’ora seguente, tra la una e le due della scorsa notte (5 agosto), ci siamo scatenati a fotografare, come ha detto uno di noi, “like there’s no tomorrow”.

Premesso che:

  • era la mia primissima esperienza di astrofotografia
  • il treppiede appena comprato era n’emerita schifezza
  • il mio misero 18-55 d’ordinanza non permette granché
  • 30 secondi di esposizione a ISO 1600 (o più) sono più rumorosi di una cassetta “al ferro” old school
  • a occhio non ho visto una beneamata cippa
  • metà delle foto sono completamente sfocate, visto che avevo lasciato l’autofocus, e al buio non è molto furbo. L’altra metà non sapevo come mettere a fuoco su infinito, quindi capite che disastro…

Premesso tutto questo, il risultato finale è uno spettacolo. Ecco la mia prima aurora boreale catturata in fotografia, per l’ invidia totale dei miei ex-colleghi seguaci di SpaceWeather.com :-)

Aurora boreale a Sognsvann

Aurora boreale a Sognsvann, Oslo

Ero un po’ eccitato, così la prospettiva di farmi un’ora a piedi alle 3 di notte per tornare a casa, visto che i mezzi a quell’ora non girano, non mi ha spostato più di tanto… Per i curiosi, ecco l’ album completo di ieri sera.

Appunti per un radioso futuro da astrofotografo:

  • Un treppiede serio please
  • Portare una torcia. Il cellulare non è sufficiente
  • Imparare come si mette a fuoco su infinito senza guardare la macchina
  • Comprare un obiettivo magari 10-20mm decente?

Prossima settimana, stelle cadenti!

< class="related_post_title">Ti potrebbe interessare:

Comments

  1. molte foto le trovo veramente belle.. e in ogni caso credo che il solo fatto di aver fotografato uno dei più interessanti eventi naturali ti renda merito :)
    complimenti.

    Reply
  2. Davvero ua ficata.
    Tra l’altro a latitudini così basse sono abbastanza rare o sbaglio?
    In estate con tutta quella luce notturna, poi…

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *